Back to life!

Ehi, sono ancora vivo!

E’ successo un gran casino, evidentemente quelli dello staff di netsons non gradiscono che io sia appassionato di sicurezza e cerchi di trovare ogni falla.

Fanculo.

Comunque, rieccomi qua, e tra l’altro con il nuovo DOMINIO http://polpoinodroidi.com tutto mio! :-)

Sto sbattendo la testa con mille problemi nella migrazione di wordpress, ma per ora va quasi tutto bene.

L’hosting è il Big1 di NetSons, che per 12.70€/anno mi da un sacco (sacchissimo!) di roba. Mi sembra che sia molto più reattivo del vecchio hosting free, sempre offerto da loro. L’uptime è lo stesso un po’ bassino (95%), ma spero migliori :-)

Segnalatemi qualsiasi malfunzionamento!

4 cose che non sapevo di SVN

Ecco cosa ho scoperto di nuovo subversion (SVN):

Come creare un branch
svn cp trunk branches/nome_branch
Come riunire un branch nel trunk

prima di tutto entrare nella cartella del branch (cd branches/nome_branch), poi scopriamo la revisione alla quale è stato creato:

svn log --stop-on-copy

e segnamoci la revisione XXXX.

Spostiamoci nel trunk e uniamo:

svn merge -rXXXX:HEAD ../branches/nome_branch
Ignorare dei files

…in modo che SVN (e per esempio client come rapidSVN) non li tenga in considerazione:

svn propset svn:ignore nomefile .
Se abbiamo un conflitto al momento del commit
svn up

Caso 1: voglio tenere la versione nel repository ed ignorare le modifiche locali:

svn revert nomefile

Caso 2: ho una situazione più complessa e devo agire a mano:

Modificare il file che creava conflitto, unendo le modifiche e decidendo manualmente come comportarsi, ed eliminando i caratteri strani (es. >>>>>>>) che mette SVN, salvare, e:

svn resolved nomefile

Infine, in entrambi i casi:

svn ci -m "Effettuata la modifica"

WordPress Adsense Manager: errore 400 – Bad Request

Mi sono accorto che sul mio blog da una settimana circa non venivano più visualizzati i messaggi pubblicitari forniti da AdSense, e addirittura sotto IE compariva al loro posto un iframe contenente l’errore 400: Bad request.

Dopo aver imparato un antico dialetto chichewa, ed averlo messo in pratica bestemmiando in tal lingua, ho scoperto che il plugin Adsense Manager si era sconfigurato da una settimana: aveva perso l’impostazione dell’Account ID (l’ho notato analizzando il sorgente HTML della pagina)

Se non sapete di cosa sto parlando, è un codice numerico di un po’ di cifre, per scoprirlo:

Andate su https://www.google.com/adsense/ e loggatevi, apparirà in alto a destra, dopo “pub-“:

ID publisher: pub-124531265341523

Per ripristinarlo, andare su Gestione -> Adsense Units -> Edit Network -> reinserire il proprio Account ID.