Categorie
No Categoria

[Solved] Problema gestore alimentazione

Sul computer della mia ragazza si presentava da tempo un problema: all’avvio, al momento della scelta dell’utente da utilizzare, la grafica era schifosamente grigio-GTK1-style, ed appariva un popup con questo messaggio:

Problema di installazione. I valori predefiniti per la configurazione di gestione alimentazione gnome non sono stati installati correttamente. Contattare l’amministratore di sistema.

Dopo aver provato milioni di cose, ho scoperto leggendo nel file di log in /var/log/gdm/:0-greeter.log che in realtà non era assolutamente un problema nel gestione di alimentazione (gnome-power-manager), bensì un chiaro malfunzionamento di gconf (il demone che gestisce le configurazioni in Gnome) all’interno di gdm (ciò che avvia Gnome, diciamo la schermata di inserimento utente/password).

Per i posteri l’errore riscontrato in questo file di log era:

Errore di GConf: Contatto col server di configurazione non riuscito; tra le possibili cause la necessità di abilitare il supporto TCP/IP per ORBit o la presenza di un vecchio blocco NFS etc etc etc etc cazzate poco plausibili

Reinstallando però gconf2 e gconf2-common non risolvo niente, ma in un tentativo disperato riesco a risolvere il dannato problema con:

Ctrl + Alt + F1
(mi loggo con username e password)
sudo service gdm stop
sudo mv /var/lib/gdm /var/lib/gdm_back
sudo apt-get install --reinstall gdm
sudo service gdm start

ed ecco la schermata di login perfetta!!!

Una nota: tutto questo era successo in seguito ad un problema di spazio completamente esaurito, quindi evidentemente qualche file si era corrotto nel tentativo di scrittura senza spazio, ma questo procedimento ha corretto tutto quanto.

Categorie
No Categoria

Far convivere aMule e aMule Adunanza

Siccome a casa mia ho una linea ADSL di Alice, ma nell’appartamento universitario abbiamo appena attivato una linea Fastweb, mi si è subito presentato il problema di avere installati sia aMule (per casa) e aMule Adunanza (per l’appartamento), senza però rinunciare ad uno o l’altro, o senza doverli reinstallare ( =-O ) ogni volta che faccio il cambio.

Fortunatamente ho trovato questo ragazzo italiano che ha messo a disposizione dei repository per aMule Adunanza opportunamente modificato per andare a leggere path differenti da quelli di aMule, riuscendo così a convivere con aMule standard. Leggete questa pagina per informazioni.

Un grazie a lui per il suo lavoro :-)

Categorie
No Categoria

Pulsanti a sinistra in Ubuntu Lucid

Sconquassati dai pulsanti per chiudere/ridimensionare le finestre spostati a sinistra in Ubuntu Lucid?

Ecco un rapidissimo comando da sparare in un terminale per riportarli alla norma:

gconftool -t string -s /apps/metacity/general/button_layout "menu:minimize,maximize,close"

Se in un raptus di follia vorreste tornare a quelli a sinistra, ecco l’altro comando:

gconftool -t string -s /apps/metacity/general/button_layout "close,minimize,maximize:"
Categorie
No Categoria

Abilitare Mi sento fortunato su Opera

Recentemente avevo spiegato come abilitare il Mi sento fortunato di Google su Chrome, ora vediamo lo stesso procedimento per Opera.

Andiamo su Strumenti => Preferenze, clicchiamo su Aggiungi, ed inseriamo le impostazioni come in figura:

Cliccare per ingrandire

Quella importante è l’indirizzo, dovete inserire:

http://www.google.com/search?sourceid=navclient&ie=UTF-8&q=%s&gfns=1

ed abilitare Usa come motore di ricerca predefinito.

Ora la ricerca è funzionante, ma c’è un problema: se inseriamo solo un termine nella barra della ricerca, Opera non va a chiedere a Google il risultato predefinito. Purtroppo a questo non pare esserci soluzione, aggiornerò il post in caso trovi qualcosa.

Categorie
No Categoria

Fantastico slider con jQuery

Ho scoperto Nivo Slider, un fantastico sistema per far scorrere immagini in una galleria.

Nivo Slider in azione

Basta guardare la pagina di esempio per rendersi conto della qualità del risultato. Assolutamente imperdibile.

Categorie
No Categoria

Plugin per cache in WordPress

Fino a ieri ho sempre utilizzato WP Super Cache, pensando potesse portare miglioramenti in termini di prestazioni sul mio hosting.

Poi, leggendo qua e là sul web, mi sono imbattuto nel fantastico plugin Hyper Cache: la velocità raggiunta rispetto a prima è immediatamente visibile.

Oltretutto ho notato che WP Super Cache messo in modalità “super” fa ulteriormente cagare, addirittura rallenta WordPress, invece di velocizzare i tempi di caricamento.

Quindi un consiglio: evitate come la peste WP Super Cache e migrate tutti in massa a Hyper Cache! Inoltre basta installarlo e basta, mentre con WP Super Cache si doveva modificare l’.htaccess del sito.

Categorie
No Categoria

Stampante Canon MP270 e Ubuntu

La Canon MP270

La mia ragazza ha comprato Hanno regalato alla mia ragazza una stampante Canon MP270, ed ovviamente vuole farla funzionare sotto la sua Ubuntu Karmic. Installandola con i drivers generici inclusi in Ubuntu però non funziona un bel niente.

Cercando sui forum ho quindi trovato la soluzione: scaricare i drivers dal sito Canon Australia, otterremo un file .tar.gz: estraiamolo ed otterremo il file install.sh e una directory.

Da un terminale eseguiamo questo script:

cd DIRECTORY_DOVE_SI_TROVA_INSTALL
sudo ./install.sh

Partirà un’installazione, chiederà qualche dato ma io ho sempre lasciato i valori di default, ed è andato tutto liscio. (D)

UPDATE (scanner):

Lo scanner funziona già out-of-the-box, ma se si vuole si può installare il programma ScanGear, fornito dalla Canon, sempre sul sito della Canon Australia.

Il procedimento è analogo al precedente.

Estraete l’archivio, e poi

cd DIRECTORY_DOVE_SI_TROVA_INSTALL
sudo ./install.sh

Servire freddo. (D)

Categorie
No Categoria

Centomila!!!

Cioè, non leggevo questa cifra dai (bei) tempi delle vecchie lire.

Centomila visitatori su Polpoino Droidi. Grazie a tutti. È una figata.

Auguri!!! Festeggiamo!!!
Categorie
No Categoria

Estensione per Chromium

Vorrei rapidamente consigliare a tutti questa estensione per Google Chrome, davvero utile.

Categorie
No Categoria

Disabilitare COMPLETAMENTE il touchpad sotto ubuntu

Il computer della mia ragazza ha un problema: probabilmente per un problema hardware, il tasto sinistro del touchpad integrato risulta sempre premuto, rendendone impossibile l’utilizzo.

Purtroppo il problema non si risolve connettendo un mouse USB esterno, poiché la pressione del tasto è condivisa tra il touchpad e quello USB.

Un’altra soluzione differente è quella di disabilitare il touchpad con l’apposita combinazione di tasti Fn + F7, ma purtroppo su questo modello disabilita solamente la parte touch del touchpad, e i tasti sono comunque rilevati.

Quindi l’unica è quella di disabilitare completamente il device del touchpad.

La soluzione mi è apparsa in una visione mistica, e consiste nella rimozione del modulo del kernel che lo gestisce, ovvero psmouse.

La soluzione one-time (fino al riavvio) è quella di eseguire questo comando:

sudo rmmod psmouse

Se questo risolve, possiamo rendere questa modifica definitiva, modificando il file /etc/modprobe.d/blacklist.conf aggiungendo alla fine del file:

blacklist psmouse

Riavviare e servire freddo. (D)