Cuffie a cancellazione di rumore

Quando si viaggia in auto, treno, aereo, ascoltare musica è un problema, a causa del rumore di fondo. Siamo perciò costretti ad aumentare il volume, affaticando così l’orecchio e perdendo sensibilità in molti dettagli.

Fortunatamente ci viene in aiuto la tecnologia, con le cuffie a cancellazione di rumore.

Per capire come funzionano, è però necessaria un po’ di teoria.

Sappiamo tutti come è fatta un’onda sonora (o al limite guardate il grafico qui sopra! :-) ), ora, se noi sommiamo un’onda di pari ampiezza ma di fase opposta (diciamo in parole povere ribaltata simmetricamente rispetto all’asse x), i due segnali si annullano.

In parole povere, all’interno della cuffia c’è un microfono, che capta il segnale del rumore esterno; questo suono viene “processato” tramite un circuito, in modo da renderlo uguale ed opposto a quello reale, e poi viene riprodotto all’interno delle cuffie, mixato alla musica, in modo da annullare il segnale del rumore e lasciare solo quello veramente interessante.

Questa tecnologia è ottima per molti altri scopi: anche chi non deve ascoltare musica ma vive in un ambiente con alto inquinamento acustico ne trarranno vantaggio, ma anche chi vuole semplicemente studiare in treno, senza sentire quell’insopportabile casino dei tredicenni in piena esplosione ormonale.

L’unico svantaggio è che essendo un circuito “attivo”, hanno bisogno di energia, e quindi sono spesso alimentate da batterie di tipo AAA, oppure proprietarie e ricaricabili.

2 pensieri su “Cuffie a cancellazione di rumore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *